dieta-cosa-fare-e-non-fare-per-dimagrire
Ci sono molte diete che funzionano effettivamente e riescono a farci perdere peso, ma non c’è nessuno che in realtà permetta a queste stesse persone di mantenere quel peso a lungo termine senza riacquistarlo o addirittura finire col pesare ancor di più, è vero che la società odierna è legata molto a quello che vede soprattutto con il “prima e dopo” ma non guarda oltre ovvero al “dopo, dopo”, quando successivamente ad una dieta, le persone magari hanno riacquistato i chili di troppo ed in alcuni casi ne hanno messi su altri.

Quando la maggior parte di noi pensa alle calorie, l’attenzione ci porta naturalmente al cibo, in termini dietetici, le calorie sono la quantità di energia fornita da un alimento, se assorbiamo costantemente più energia del necessario, aumenteremo di peso, viceversa se assorbiamo troppa poca energia, perderemo peso, grasso e alla fine anche massa muscolare, dunque in tutto questo “fiume” di dettagli “tecnici” come dimagrire in modo sano, quale regime alimentare seguire e cosa assolutamente non fare? Ripassiamo in rassegna alcune tipologie di diete e di consigli molto interessanti.

Una delle ultime novità in campo dietetico è la cosiddetta “Dieta della Luna”; basata sulla cronobiologia, una scienza che studia i ritmi e i cicli biologici dell’essere umano, questa dieta è legata all’influenza che le fasi lunari hanno sull’acqua contenuta nel nostro organismo, ecco perché il liquido è la sua componente fondamentale.

Si tratta di digiunare (astenersi dal mangiare) nelle fasi lunari conosciute come “Luna nuova” (New Moon) e “Luna piena” (Full Moon): si trascorrono in pratica quei due giorni ingerendo solo molta acqua, degli infusi senza zucchero o succhi di frutta naturali con dolcificanti e fruttosio.

Nei giorni di “Waning Gibbous” e “Waning Crescent”, il “digiuno” sarà accompagnato da alimenti in aggiunta ai liquidi come minestre a basso contenuto di grassi, frutta o gelatine dietetiche che sarebber incluse nel regime alimentare. Sembra un grande sacrificio astrologico, ma in realtà si tratta di solo quattro giorni al mese che, sembra, possono fare una grande differenza.

Passando anche ai fattori psicologici, legati al nostro corpo, uno studio statunitense ha trovato come colpevoli, quelli che vengono definiti veri e propri “crimini” che commettiamo nella nostra vita e cioè: fumare, bere troppo alcol, non fare esercizio fisico e mangiare male. La frase che accompagna questo concetto è di “guardarsi con 12 anni di più di quello che sei attualmente”.

Lo studio in questione avverte che se mangi frutta e verdura meno di tre volte al giorno, corri il rischio di cadere nel cosiddetto “crimine autoinflitto” e poi devi subirne tutte le conseguenze: sembrare più vecchio di quello che si è in realtà, essere incline all’obesità, rischio di malattie cardiovascolari , oltre alla perdita graduale delle proprie abilità fisiche che sono essenziali per una vita sana, compreso anche quella intima.

Tale studio raccomanda inoltre di consumare molta frutta e verdura quotidianamente, che variano in base all’età e al livello di attività fisica che svogliamo durante la settimana e che non dovrebbe essere inferiore a tre ore.

Consigli veloci attenzione ai nostri comportamenti alimentari

Altro problema che affligge la nostra mente e si ripercuote sul nostro organismo è: lo stress.

Se i pensieri e le preoccupazioni non ti permettono di dormire, se si è nervosi o insoddisfatti della propria vita, invece di rifugiarsi nel fumo o magari nei liquori, si possono mangiare “le noci”, conosciute come il “cibo dorato”, sono concentrati di nutrienti, che i nutrizionisti spesso dimenticano e non mettono al posto che meriterebbero nella scala alimentare. Contengono fino al 25% di proteine, sono ricchi di grassi buoni, sono fonti naturali di fibre, vitamine, calcio, magnesio e acido folico, hanno proprietà antiossidanti e anche un buon sapore.

Rapporti a letto e consumo di calorie: cosa dice la scienza

In una relazione intima, durante un rapporto di 20 minuti si perdono circa 150 calorie, la stessa quantità che si può perdere facendo jogging o salendo le scale. Ma se hai deciso di utilizzare questo particolare e “piacevole” metodo di attività fisica per perdere un po ‘di peso, devi includere nella tua dieta un gruppo di alimenti che sono essenziali per mantenere e migliorare le tue prestazioni.

Le proteine presenti nelle uova ad esempio, nelle carni e nei legumi contribuiscono ad aumentare i livelli di testosterone; anche gli olii di pesce omega 3 sono fondamentali; aggiungi a questi alimenti una piccola quantità di cioccolato fondente e di carboidrati, soprattutto non dimenticare la frutta e le verdure che controllano i livelli di serotonina e, quindi, bilancia il desiderio sessuale e regola l’appetito: una dieta intelligente, sana ed equilibrata per benefici molto ampi.

Consigli veloci: attenzione ai nostri comportamenti alimentari

  • Se sai di avere un debole per i dolci, cucina quel tanto per non mangiare troppo. Non riempire il tuo frigorifero con dessert o la tua dispensa di caramelle. L’unico regalo che puoi farti è magari la piccola “caramella” che ti sei conservato appositamente in camera da letto.
  • Per un’alimentazione bilanciata la regola principale è ovvia: non abusare della quantità di cibi ipocalorici, soprattutto transgenici.
  • Prenditi il ​​tuo tempo, le cosiddette diete veloci che promettono la perdita di molti chili a settimana, alla fine ti fanno recuperare i chili persi e mettono a repentaglio il tuo metabolismo.
  • Distribuire pasti moderati cinque volte al giorno accelera il metabolismo, perché costringe il tuo corpo a rimanere attivo. Quindi piccole porzioni ma tanti pasti al giorno.
Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *