Settembre 30, 2020

Pizza fatta in casa: facile tramite gli ingredienti sui volantini

4 min read
Pizza fatta in casa facile tramite gli ingredienti sui volantini

La pizza, insieme alla pasta, è sicuramente il piatto che rappresenta la nostra bella Italia nel mondo. Semplice e fumante oppure condita, golosa, gourmet o dolce, non c’è limite alla fantasia. Patrimonio dell’Unesco, ma non per questo non può essere preparata in casa. In questo articolo vedremo sia come prepararla in modo semplice a casa sia come scegliere gli ingredienti adatti per spendere poco.

Ingredienti per 2 persone

Se vuoi coccolare un po’ i tuoi cari con una squisita pizza preparata con le tue mani devi prima di tutto fare la lista degli ingredienti. Quelli che troverai di seguito sono per due persone, ma raddoppiando o triplicando gli ingredienti puoi preparare la pizza per tutti i tuoi amici.

Ti occorreranno quindi:

  • 500 grammi di farina per pizza (ad esempio quella in offerta nel prossimo volantino MD con 1+1 a 0,69 euro), 
  • 250 millilitri di acqua frizzante (magari la Ferrarelle in offerta da Esselunga a 1,44 euro per la confezione da 6 bottiglie) 
  • 25 grammi di olio (ad esempio il Carapelli, reperibile da Lidl in offerta a 2,79 euro) 
  • 14 grammi di lievito di birra fresco 
  • 12 grammi di sale 
  • Per il condimento ti serviranno 500 grammi di pomodori pelati (tra cui possiamo indicare i Mutti a 0,69 euro da Carrefour) 
  • una mozzarella (reperibile a 0,89 sempre da Carrefour) 
  • un pizzico di origano  
  • tutto quello che ti suggerisce la fantasia

Preparare l’impasto per la pizza

Per prima cosa sciogli il lievito in un po’ d’acqua a temperatura ambiente, circa 25°, e aggiungi un pizzico di zucchero che attiverà meglio la lievitazione. Metti la farina sul piano da lavoro e forma una fontana, unisci il lievito poco alla volta facendo assorbire bene, poi continua con il resto dell’acqua sempre lentamente per amalgamare bene il tutto.

Quando hai quasi finito tutta l’acqua è il momento di aggiungere il sale. Metti tutta l’acqua e lavora fino a ottenere un composto omogeneo. Aggiungi poco alla volta l’olio e continua a lavorare ripiegando l’impasto su se stesso per alcuni minuti dopo che l’olio si sarà assorbito. Poi metti l’impasto in una ciotola capiente, coprilo con un canovaccio e fai lievitare per circa un’ora e mezza in un luogo asciutto, come ad esempio il forno.

Trascorsa l’ora e mezza, o quando l’impasto sarà raddoppiato di volume, mettilo sul piano da lavoro e dividilo a metà. Lavoralo con un movimento che schiaccia e allontana: porta l’impasto davanti a te e poi schiacciando allontanalo da te. Ripeti per una decina di volte poi copri le palline e lascia riposare ancora per una mezz’ora. Otterrai così un impasto perfetto.

Impasto senza lievito

Se il lievito ti dà problemi è possibile preparare l’impasto della pizza senza utilizzarlo. In questo caso ti serviranno 300 grammi di farina, 4 cucchiai di olio evo, 1 cucchiaino di sale e 160 millilitri di acqua. L’impasto è identico al precedente, disponi la farina a fontana e unisci gli ingredienti poco alla volta lavorando finché ottieni un impasto liscio ed elastico.

Lascia riposare per almeno un ora, dividi in due parti e stendi. Cuoci a 250 gradi nella parte bassa, condisci a piacere e poi termina la cottura per altri 10 minuti circa.

Impasto senza glutine

Altro grosso problema della pizza è il glutine, ultimamente i celiaci sono aumentati, ma non deve essere un problema, infatti è possibile preparare un ottimo impasto senza glutine. Gli ingredienti restano gli stessi dell’impasto tradizionale, così come le dosi, solo che al posto di utilizzare la farina si usa un mix di farine senza glutine. In commercio se ne possono trovare di diverse tipologie già pronte, altrimenti puoi prepararle secondo i tuoi gusti. Impasta il tutto seguendo le istruzioni e anche se hai problemi di intolleranza al glutine puoi gustarti un’ottima pizza fatta in casa.

Stendere l’impasto correttamente

Se vuoi stendere l’impasto nel modo corretto lascia perdere il mattarello, ti servono solo le mani. Metti un pochino di semola o di farina sul piano da lavoro per lavorare meglio. Un buon impasto si stende semplicemente e non si strappa al centro. Se la maglia glutinica ha avuto il giusto tempo per svilupparsi l’impasto non farà resistenza, se è debole potrebbe invece strapparsi.

Inizia dal centro e picchiettando con le dita allargati verso l’esterno fermandoti al cornicione. Solleva la pasta e con i pugni chiusi e falla ruotare due o tre volte per stenderla. Fai attenzione al cornicione che deve rimanere intatto.

Condire la pizza

Una volta steso l’impasto in un disco di circa un centimetro, magari due centimetri se ti piace la pizza un po’ più alta, è il momento di passare al condimento. Prima di tutto metti il pomodoro, poi la mozzarella e una spolverata di origano. Se ti piace una pizza più condita puoi aggiungere quello che ti piace, ricorda però che alcuni ingredienti come le verdure grigliate, molti insaccati e altri ingredienti vanno aggiunti dopo la cottura per non rovinarsi.

Cuocere la pizza nel forno di casa

Sicuramente la cottura è diversa da quella che si ottiene con il forno a legna, ma il risultato sarà comunque soddisfacente. Fai scaldare il forno a 220 gradi e cuoci la pizza per circa 20 minuti. Se vuoi mantenere la pizza più morbida cuoci la base con il pomodoro per 10 minuti, poi farcisci e termina la cottura.

In conclusione: la pizza, un obiettivo, diverse vie

La pizza è l’alimento italiano più noto nel mondo: non bisogna essere “integralisti” che credono esista un unico modo per prepararla, e guai a discostarsi anche di pochissimo dalla tradizione, ma allo stesso tempo non bisogna dimenticare gli aspetti essenziali del modo di preparare una “vera pizza”. Un ultima nota da non dimenticare: nessuno può fare a meno della pizza proprio per via della sua bontà e unicità. Per questo motivo, per venire incontro alle esigenze di tutti, è possibile preparare la pizza senza glutine mantenendo comunque inalterate le caratteristiche fondamentali che rendono questo alimento uno dei più buoni del mondo.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.