Trasloco, ecco alcune cose da controllare prima di entrare in casa!

Trasloco, ecco alcune cose da controllare prima di entrare in casa!

agosto 25, 2018 0 Di PizzaNews

Avete programmato il vostro trasloco rivolgendovi a una società leader sul mercato come traslochiromaeasy.it, vi siete preoccupati di organizzare ogni passo verso la vostra nuova casa e avete domandato il giusto supporto nel giorno dell’evento? Ebbene, avete compiuto tutti i principali passi che potrebbero portarvi a una condizione di particolare successo in questa operazione comunque piuttosto seccante e complessa, ma ci sono probabilmente alcune cose che potreste sottovalutare, soprattutto se andate a presidiare un immobile non nuovo, che in precedenza era stato occupato da altri proprietari. Quali?

Il primo consiglio che vi suggeriamo di fare è di ispezionare e eventualmente cambiare i filtri dell’aria condizionata. Molti esperti suggeriscono di cambiare sempre i filtri, ma non sempre è necessario. Per le famiglie più piccole senza animali domestici o senza particolari allergie, probabilmente sarà sufficiente sostituire i filtri molto più raramente: verificate dunque le condizioni di base del filtro, e valutate se sia o meno il caso di fare questo cambiamento. Se il filtro è sporco, sostituitelo, altrimenti ispezionatelo di nuovo tra qualche mese.

Se inoltre ci sono, testate i rilevatori di fumo / anidride carbonica. Si tratta di un altro compito semplice ma estremamente importante: i rilevatori dovrebbero infatti avere un pulsante di “test” che andrebbe premuto periodicamente e, soprattutto, quando si entra in un nuovo appartamento. Nel caso in cui non funzionino correttamente, provate a sostituire le batterie e riprovare. Se ancora non funziona, è possibile che ci sia semplicemente una corrosione sul terminale della batteria, in grado di non rilevare le nuove. Pulite e riprovate: se continua a non funzionare, probabilmente avrete bisogno di un nuovo rilevatore.

Perlustrate inoltre gli scarichi dei servizi igienici e, in particolar modo, quelli negli spazi inutilizzati. Soprattutto se la casa è rimasta sfitta per diverso tempo, e dunque lavandini e scarichi d’acqua non si sono usati regolarmente, potrebbero esserci le basi per qualche problema. L’idea dovrebbe essere quella di prevenire la sporcizia o qualsiasi altro tipo di accumulo.

Tra gli altri spunti di controllo, provate a misurare la pressione dello scaldabagno: una corretta pressione impedirà infatti l’accumulo di minerali e corrosione, salvaguardando le perdite. Fate naturalmente una pulizia profonda curando gli elettrodomestici, le finestre, e spolverando ogni angolo.

Insomma, una serie di attività che nella maggior parte dei casi vi richiederà solo un pizzico di attenzione e di tempo utile da dedicare ad essa, ma che in realtà vi permetteranno di evitare ogni incomprensione e ogni aspetto di insoddisfazione una volta che avrete già compiuto il trasloco nel nuovo appartamento. Vedete pertanto di mettere in budget tutte queste attività e, se non avete tempo e modo di occuparvene in prima persona, demandate a un esperto professionista, che potrà certamente garantirvi i migliori risultati in tempi congrui e senza particolari patemi d’animo.

Spesso le stesse società di trasloco potranno curare parte di questi adempimenti, o segnalarvi qualche buon professionista che potrebbe fare al caso vostro: provate a domandare!