Vitamina A, amica per la pelle del viso

Vitamina A, amica per la pelle del viso

settembre 6, 2018 0 Di PizzaNews

La Vitamina A è una vera amica per la pelle del viso che, come noto, essendo molto più sensibile agli agenti esterni rispetto alle altre parti del corpo, necessita di maggiore cura per mantenere elasticità, tono e volume.

 

Vitamina A contro l’invecchiamento della pelle

Prima o poi tutti ci troviamo ad affrontare il problema dell’invecchiamento della pelle. Un processo questo, inevitabile non solo per il naturale scorrere del tempo, ma anche perché la vita frenetica di oggi, l’inquinamento, lo stress, le cattive abitudini alimentari, lo accelerano inesorabilmente.  E anche se le rughe sono la preziosa testimonianza del nostro vissuto, è innegabile che si fa di tutto per nasconderle, rallentarne la formazione o, addirittura eliminarle con la chirurgia estetica.

Ma questa è l’estrema ratio perché conducendo una vita sana, adottando corrette abitudini alimentari che includono, nel caso, la integrazione nella dieta di composti organici essenziali specifici come la Vitamina A, è possibile prevenire l’invecchiamento del viso.

 

Benefici della Vitamina A

Perché abbiamo citato proprio la Vitamina A?  Perché questa è un vero toccasana per la pelle del viso. A dire il vero tutte le vitamine sono fondamentali per la salute dell’organismo, del corpo, della pelle e dei capelli. Ma la Vitamina A, vitamina liposolubile, è essenziale per il mantenimento e lo sviluppo delle strutture epiteliali.

La Vitamina A, o retinolo, così come i suoi analoghi “retinoidi”, ha un’azione antiossidante che protegge le cellule dall’invecchiamento e dal danno degenerativo causato dai radicali liberi.

Oltre a mantenere sana la pelle, la Vitamina A protegge i capelli e le mucose, rinforza il fisico contro le infezioni polmonari, è molto utile per trattare acne, foruncoli e ulcere cutanee, e aiuta la riepitelizzazione, ricostruzione delle cellule lesionate da cicatrici.

 

Il retinolo e il suo acido

Tutti i cosmetici a base di vitamina A sono usati nei casi di pelle screpolata, arrossata e irritata. Il retinolo, inoltre, svolge un’azione “seboregolatrice”, ossia riequilibra la produzione di sebo della pelle, ed è una valida cura preventiva contro i danni cutanei provocati dagli agenti esterni (vento, freddo, raggi UV). L’azione del retinolo diventa molto più efficace quando si assume con estratti biologici e vegetali, acidi grassi polinsaturi, filtri solari e vitamina E.

L’acido del retinolo, detto “acido retinico”, ottimo anche per la cura dell’acne, oggi, si impiega anche sulla pelle ingrigita dallo stress per il suo effetto rigenerante e levigante sulle rughe e sulle macchie della pelle. Tuttavia, gli esperti sconsigliano l’uso cosmetico dell’acido del retinolo poiché potrebbe causare eccessiva secchezza, desquamazioni, fotosensibilità e dermatiti.

 

La Vitamina A in cosmetica

Quando si acquista una crema per il viso a base di Vitamina A, bisogna sempre fare attenzione che tra gli ingredienti ci sia il Retinol, oppure la sua forma esterificata più stabile, il Retynil palmitate. È buona norma acquistare le creme per il viso in Farmacia per avere la certezza di un prodotto di qualità.

Ricordiamo anche che la Vitamina A, in tutte le sue forme, è soggetta a degradazione se esposta alla luce e all’aria: perciò è preferibile impiegarla in creme da notte.

 

Gli alimenti che contengono Vitamina A

Quando la cosmesi da sola non basta, la Vitamina A bisogna anche “mangiarla”. Il retinolo si trova solo in alimenti di origine animale e in particolare nel fegato, che rappresenta il principale organo di deposito. Non a caso ne sono ricchi l’olio di fegato di merluzzo, il tuorlo d’uovo e il burro.

Nei vegetali, invece, la Vitamina A si trova sotto forma di provitamina, ossia di quella sostanza che si trasforma in vitamina solo dopo l’ingestione e l’assorbimento da parte dell’organismo. Sono provitamine i carotenoidi e il beta-carotene, classe di pigmenti organici gialli e arancioni che si trovano in molti vegetali come carote crude, spinaci freschi, cavolo, broccoli, verze, aglio, olio di germe di grano, prezzemolo, tarassaco, crescione, zucca, cicoria, pomodoro, lattuga. Il beta-carotene è responsabile anche del colore di alcuni frutti come melone, albicocca, pesca, arancia e anguria.

I carotenoidi sono degli antiossidanti naturali e stimolano la proliferazione del tessuto connettivo. Per questo motivo sono considerati ottimi alleati per contrastare l’invecchiamento cutaneo. Il beta-carotene anche se assunto in dosaggi elevati, non è tossico come la Vitamina A nella sua forma pura. Oltre 300 mg di retinolo, infatti, possono provocare nausea, vomito, emicrania, disturbi visivi e perdita di coordinazione del movimento. Tutti questi sintomi, però, scompaiono in breve tempo con un’assunzione adeguata Vitamina A.