Gio. Ago 13th, 2020

Cesare Cremonini, la colf rumena lo difende dalle accuse di razzismo

2 min read
Cesare Cremonini la colf rumena lo difende dalle accuse di razzismo

Cesare Cremonini è un bravo artista e, che piaccia o no, ha dato vita a dei tormentoni che hanno segnato interi decenni.

Ma in queste ore è finito nella bufera non per la sua arte, ma per una dichiarazione a dir poco discutibile, che ha fatto insorgere migliaia di utenti, che in massa si sono rivoltati contro di lui sui social.

Il cantautore, ospite di Alessandro Cattelan nella trasmissione tv “E poi c’è Cattelan”, ha raccontato un episodio che riguarda la sua donna delle pulizie: «Ho pensato alla mia donna delle pulizie che si chiama Emilia… Non è vero, non si chiama Emilia. Lei è moldava – ha aggiunto – e io ho preteso in onore della mia terra di chiamarla Emilia. Non so qual è il nome, ma ognuno dovrebbe chiamare le persone come meglio crede, soprattutto le persone che entrano in casa tua. Sono pagate e quindi possono far cambiare il loro nome».

Probabilmente la sua voleva essere una battuta, sicuramente uscita malissimo, ma è stato inondato di critiche, insulti e tacciato di razzismo.

Lui, però, non si è perso d’animo ed ha risposto con un video in cui bacia e abbraccia la colf. 

«Guarda che cattiveria, ma io sono stata fiera. Io ti voglio un bene dell’anima ti volevo mandare un messaggio per ringraziarti. Il 15 giugno quando era il mio compleanno che sono venuta qua e non potevo parlare, tu mi hai preso il braccio e mi hai detto “Non ti preoccupare io ti do una mano”», ha raccontato la donna in difesa del suo datore di lavoro.

Poi ha chiosato: «Non vi preoccupate noi ci amiamo». E quando il cantante le ha chiesto quale fosse il suo vero nome ha risposto sorridendo: «Emilia rumena, non Emilia Romagna». 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.