Dicembre 9, 2021

Cosa bere e mangiare dopo l’esercizio fisico

3 min read
esercizio

Mangiare e bere dopo un allenamento sono azioni fondamentali per recuperare le energie dopo una sessione di allenamento intensa e produttiva finalizzata all’accrescimento della massa muscolare, poiché il dispendio fisico e mentale comporta una incredibile attività a tutto spiano. Un meccanismo di supercompensazione che si attiva subito non appena si decide di passare a un recupero massiccio di quelle peculiarità fondamentali per proseguire la propria marcia verso risultati semplicemente straordinari. A tal proposito, è importante conoscere il magnesio e i suoi benefici e i relativi aspetti centrali per un ripristino a regola d’arte del proprio organismo.

L’importanza dell’acqua

Dato che il corpo umano è composto prevalentemente d’acqua, è necessario reintegrare i liquidi persi nel modo più appropriato possibile. D’altro canto si tratta di una componente centrale per l’organismo ed è una porzione corporea dotata di variazioni sia per quanto riguarda la distribuzione sia per quanto concerne l’assimilazione tra comparto intra ed extra-cellulare. Entrando nel dettaglio della faccenda, si nota che il sudore è un autentico meccanismo innescato dall’organismo per contrastare l’aumento della temperatura corporea. Tuttavia ciò conduce ad una perdita di liquidi e soluti, ma non deve essere eccessivamente protratta poiché potrebbe condurre a delle pesanti infiammazioni.

Se l’esercizio fisico viene condotto con una notevole intensità, si ha una perdita massiccia del glicogeno, una componente fondamentale per i muscoli e le relative scorte. Per questo e altri motivi, il muscolo se è avido di zucchero non può essere performante come si desidererebbe. Per cui in un pasto teso al recupero energetico non possono mancare i carboidrati, quasi sempre consigliati in forma complessa. Sono tali quelli assicurati da pasta, riso, orzo, farro, mais, segale e anche patate.

Il magnesio e l’incidenza benefica sull’organismo

Volendo fare un focus sul magnesio, introdotto all’inizio del testo, si può dire che esso è essenziale per l’equilibrio nervoso poiché svolge un’attività distensiva e calmante in grado di attenuare l’eccitabilità dei nervi e dei muscoli. Inoltre, la sua azione riduce quella secrezione di adrenalina che si lega efficacemente allo scioglimento dei crampi. In più, il magnesio interviene nella coagulazione sanguigna e nel metabolismo dei lipidi, dei glucidi e delle proteine. In questo modo, favorisce il mantenimento di un PH equilibrato nel sangue e rafforza formazione e crescita delle ossa.

L’apporto giornaliero di magnesio deve passare attraverso un regime alimentare in cui si consiglia l’introduzione di 5-6 mg/kg di peso corporeo, che diventano 10 mg nelle donne in gravidanza e 15 mg nel bambino. Tra l’altro, il magnesio migliora sensibilmente l’equilibrio psichico rendendo tranquillo e rilassato il diretto interessato.

A ciò, poi, si aggiunge una prerogativa che è ottima per placare l’eccitabilità e l’aggressività e rafforzare lo spirito di sopportazione. Un plus non da poco, mentre l’assunzione sotto forma di elemento colloidale permette all’organismo di ristabilirne l’equilibrio, senza carenze o eccessi. Una quantità incredibile di benefit in grado di valorizzare come si deve il recupero da qualsivoglia genere dopo lo svolgimento di un esercizio fisico, dal più intenso a quello praticato con un impegno moderato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.