La notizia arriva direttamente dalla fonte autorevole di Bloomberg, per il quale l’Italia è praticamente tra i primi Paesi più sani al mondo, il tutto grazie alla “nostra” famosa dieta mediterranea.

dieta mediterranea italiani sani

Le valutazioni sono state pubblicate da Bloomberg Global Earth Index e ci fanno notare come l’Italia sia al primo posto, tutto grazie al nostro regime alimentare, dunque nel nostro Paese, checchè se ne dica, si vive meglio e si vive più a lungo.

Le nazioni prese in esame da parte di Bloomberg Global Earth Index sono 163, sono stati considerati numerosi fattori quali cause di morte, malnutrizione, disponibilità di acqua potabile e rischi di salute fisici come la pressione alta o il consumo di tabacco.

Secondo i dati un bambino che nasce in Italia ha un’aspettativa di vita di circa 80 anni, il nostro Paese infatti si assesta al primo posto su 163 nazioni con un punteggio di 93,11%, grazie alla “nostra” dieta mediterranea superiamo nazioni, che da lungo tempo sono note per la loro longevità, come la Svizzera, che si piazza al terzo posto, il Giappone, che addirittura finisce al settimo posto.

Come detto il punto di forza dell’aspettativa di vita elevata per il nostro Paese è la dieta mediterranea fatta, come sottolinea Bloomberg Earth Index, da ingredienti principali quali la frutta, la verdura e l’olio extravergine di oliva che utilizziamo nella maggior parte dei piatti come condimento.

Secondo Bloomberg Earth Index poi, contiamo anche il minor numero di medici per 1000 abitanti, basti pensare che ne abbiamo 3,9, mentre in Germania 4,05, in Svizzera 4,04, in Austria 4,9 e addirittura in Grecia 6,29.

Tecnicamente poi il nostro regime alimentare, legato appunto alla dieta mediterranea, riesce a ridurre il rapporto ottimale per i livelli, ad esempio, di colesterolo cattivo così come, altro fattore importantissimo sempre legato alla nostra tipica dieta, quello legato alla prevenzione di determinate malattie, sottolineato anche sull’International Journal of Cancer.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *