La Terra ha un Pianeta fratello a 40 anni luce di distanza

La Terra ha un Pianeta fratello a 40 anni luce di distanza.

Non lo sapevamo, ma sembra che la Terra abbia un fratello a circa 40 anni luce di distanza. Un pianeta molto simile, insomma, e non è detto che il nostro pianeta che non abbia tanti altri fratelli sparsi per la galassia.

La Terra ha un Pianeta fratello a 40 anni luce di distanzaAnzi, non foss’altro che per un calcolo probabilistico, essendoci nella galassia miliardi di stelle e avendo molte di queste dei pianeti che ruotano loro attorno, i fratelli saranno moltissimi.

Il problema è che, almeno fino a poco tempo fa, era molto difficile individuarli. Ma ora, con l’affinamento delle tecniche di ripresa e con telescopi sempre più potenti, cominciamo a guardare più nel dettaglio delle stelle a noi vicine.

Ed ecco che scopriamo, sia con telescopi terrestri, sia con quelli al di fuori dell’atmosfera, le novità che ci offre lo spazio al di fuori del Sistema Solare.

Così spunta fuori questo esopianeta che orbita intorno a una stella nana rossa, a circa 40 anni luce di distanza. Una nana rossa è una stella piuttosto piccola e vecchiotta che si avvia verso la propria fine.

Quaranta anni luce vuol dire che, alla velocità della luce, cioè a circa 300.000 chilometri al secondo, ci impiegheremmo 40 anni per arrivarci.

Senza soste per il caffè e pause per il rifornimento, ovviamente. La scoperta è stata fatta con lo strumento HARPS dell’Eso a La Silla, in Cile, in combinazione con altri telescopi. La stella di riferimento, debole a vedersi, è la LHS 1140.

Il mondo scoperto che le gira attorno sembra essere leggermente più grande del nostro, e soprattutto ha mantenuto la sua atmosfera.

Il pianeta si trova a una distanza dalla stella che consente di avere delle temperature accettabili per lo sviluppo di forme di vita.

Stella e relativo pianeta si trovano nella costellazione della Balena. Dalla Terra vediamo che il pianeta passa prospetticamente davanti alla stella una volta ogni 25 giorni; mentre, come noto, la Terra compie un’orbita intera intorno al Sole in circa 365 giorni.

Questo vuol dire che il pianeta scoperto si trova abbastanza vicino alla stella di riferimento e ruota molto velocemente. Tuttavia, nonostante la vicinanza, il pianeta riceve molto meno calore della Terra, perché la sua stella è più fredda del Sole.

La relativa ricerca e la scoperta sono pubblicate sul numero di Aprile 2017 della famosa rivista scientifica internazionale Nature.

Dice Jason Dittmann, principale autore della ricerca e appartenente allo Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics: “E’ il pianeta extrasolare più esaltante che io abbia mai visto nell’ultimo decennio. E’ difficile sperare in un miglior candidato per una delle indagini più appassionanti della scienza, la ricerca di prove dell’esistenza di vita oltre la Terra”.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *