Psoriasi Aimee Godden la ragazza che convive con la malattia
Notizie

Psoriasi: Aimee Godden la ragazza che convive con la malattia

Psoriasi Aimee Godden la ragazza che convive con la malattia da quando ha pubblicato un selfie ed ha trovato la forza di andare avanti

La psoriasi è una malattia autoimmune che causa chiazze secche e pruriginose sulla pelle, e sebbene sia comune, alcuni casi sono molto più gravi di altri. La influencer, Aimee Godden, ha uno di quei casi gravi, ma invece di cercare di nascondere la sua pelle al mondo esterno, ha deciso di abbracciare la sua condizione che, come lei stessa sottolinea, fa parte di se stessa.

Quando all’inizio del 2014 apparvero sul viso di Godden le chiazze rosse, il suo medico le disse che probabilmente era una varicella. Ma le macchie rosse non andavano via ed in cuor suo sapeva che stava succedendo qualcosa di più. A febbraio, le fu diagnosticata una psoriasi guttata, un tipo meno diffuso che può divampare solo poche volte o durare tutta la vita.

La psoriasi non può essere curata, ma coloro che ne sono affetti possono spesso alleviare i sintomi facendosi aiutare da medico per trovare un trattamento efficace, come alcune particolari creme topiche o la terapia della luce. La condizione si manifesta in modo diverso per tutti e può richiedere del tempo per trovare un trattamento che funzioni per il singolo individuo.

Dire che adattarsi al suo nuovo aspetto era difficile sarebbe un eufemismo. “Pensavo di essere inguardabile“, dice Godden intervistata da Health.com. La gente avrebbe riso di lei quando era in pubblico tra la gente, così aveva preso la decisione di restare rinchiusa dentro casa il più possibile. “Sono stata da mia madre per settimane piangendo invece di dormire e svegliarmi la mattina con il terrore della giornata che avevo davanti

Alla fine, qualcosa è scattato dentro di lei, è stata proprio Godden ha decidere di smettere di nascondersi pubblicando una foto su Instagram. Godden è diventata anche un bersaglio del bullismo online, e alcuni dei commenti sono stati terrificanti. “Ho ricevuto persino minacce di morte”, ammette la ragazza.

Ma più era cosciente del suo aspetto, più anche gli altri cominciavano ad accettarlo. Mentre continuava a pubblicare foto su Instagram, Godden ha iniziato a ricevere messaggi amorevoli e di supporto da parte di altre persone che condividevano problematiche simili della pelle o che in generale cercavano di avere fiducia in se stessi.

https://www.instagram.com/p/BpE3xr6ngk-/?taken-by=aimeegracey

Ben presto, ha creato una comunità di follower che l’hanno aiutata a guarire così come la sua disponibilità a condividere la sua storia ha aiutato loro. A chiunque viva con la psoriasi, Godden dice: “Soffriamo già di dolore e disagio ogni giorno, quindi non nascondiamoci e soffriamo anche dentro“.

Ora lei condivide tutto da trattamenti che funzionano per lei a giorni in cui le condizioni sono peggiori: “Wow, le persone mi possono guardare fisso oggi ?!” scrive sul suo profilo Instagram.

Ha continuato spiegando che capisce che la gente potrebbe guardarla per curiosità, ma c’è un modo giusto per farlo. “Se fissi perché sei incuriosito, sii così gentile da sorridere quando ti sorrido, per favore non distogliere lo sguardo dall’imbarazzo“.

Fin dall’inizio, quando non ha avuto il coraggio di lasciare la sua casa fino quando si è rifiutata di rimanere nascosta, Godden ha capito che la fiducia in sé può spesso arrivare nel momento in cui meno ce lo aspettiamo. “Ho lottato per anni con l’amor proprio quando guardavo i ‘normali'”, dice. “E’ stata la psoriasi che mi ha davvero insegnato l’amor proprio.

foto@Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *