Rose stabilizzate, un regalo che va sempre più di moda
Rose stabilizzate un regalo che va sempre piu di moda

Che si tratti di un compleanno, di un anniversario o di un semplice cadeau, tra i regali più comprati ed apprezzati ci sono sempre i fiori.

Freschi, profumati, colorati, ma anche purtroppo estremamente caduchi: un bel mazzo di rose, anche con tutte le cure del caso, dopo qualche giorno inevitabilmente appassisce.

Ecco perché è sempre più in voga regalare le cosiddette “Rose stabilizzate”. Ma di cosa si tratta?

Essenzialmente sembrano sempre freschi ed appena raccolti, ma in realtà i fiori sono stati sottoposti ad un processo che, pur mantenendo inalterato il loro aspetto, ne prolunga per un tempo lunghissimo la durata.

In buona sostanza le rose stabilizzate sono delle vere rose, ma un processo di liofilizzazione le rende conservabili per molto tempo, riuscendo a mantenerne la bellezza e la morbidezza naturale.

Il procedimento di stabilizzazione consiste nel sostituire la parte liquida che si trova all’interno del fiore con dei composti chimici che non ne alterino l’aspetto ma che blocchino la crescita e quindi la decadenza della corolla.

La rosa stabilizzata è un regalo graditissimo soprattutto nelle coppie: la sua lunga durata riesce ad esprimere appieno la volontà di ogni innamorato, che spera che la sua relazione duri per sempre.

foto@Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like

Dieta mediterranea aiuta a proteggere dagli effetti negativi dello smog

Nata semplicemente come uno stile di vita tipico delle zone che si…

Saturno, sul satellite Encelado la vita è possibile

Sul satellite di Saturno, Encelado, pare vi siano le condizioni ideali per…

Farmaci dall’estero per uso personale, ok del Ministero

Il provvedimento del Ministero è stato ufficializzato proprio dal ministro della salute…

Una vita anticipazioni settimanali 12-16 novembre 2018

Una vita continua ad emozionarci grazie alle sue storie intrigate ma anche…