bambino nasce con spirale in mano

C’è chi lo ha chiamato “un segno del destino” chi addirittura lo ha definito come una sorta di “monito”, in realtà a volte si vede quel che si “vuol” vedere perchè lo scatto che sta facendo il giro del mondo negli ultimi giorni è stato “preparato” ad arte, non per una sorta di “imbroglio” ma piuttosto come un vero e proprio quadro contemporaneo dove il filo conduttore è “la vita”. Lucy ha visto venire alla luce il suo bambino e questo aveva tra le mani la spirale contraccettiva che la madre utilizzava appositamente, naturalmente si sa bene che ogni metodo contraccettivo ha le sue, pur piccole, percentuali di errore.

Come fa un bambino a nascere e portare con se, in mano, la spirale contraccettiva che la madre utilizzava proprio per evitare gravidanze inattese? Sarà davvero un segno “divino”, questo è quanto è accaduto e raccontato dalla stampa americana e condiviso proprio dalla madre, Lucy, sui social.

Lo scatto del bambino che tiene in mano il contraccettivo ha fatto il giro del mondo ed è diventato naturalmente virale, è stata proprio la madre Lucy a condividere la notizia, naturalmente si è parlato anche di “Mirena” ovvero il “soprannome” della spirale e dei margini di errore proprio del contraccettivo.

Dunque la foto avrà fatto anche il giro del mondo ma è naturalmente evidente che la foto ha un senso artistico, il piccolo neonato infatti è nato attraverso parto cesareo e come tutti i neonati di certo non tiene in mano nessun tipo di oggetto per sua volontà.

Lucy ha pensato bene di mostrare al mondo come, grazie all’errore di “Mirena” è diventata madre di una splendida creatura, ed è presto fatto uno scatto che stringe il cuore e che fa molto pensare, nessuna polemica è scaturita da questa foto perché l’opinione pubblica ha “colto” il senso artistico della stessa.

Ma approfondendo il tema dei contraccettivi e della spirale, possiamo chiederci:

Come  evitare la gravidanza

La spirale è simile al IUS (sistema intrauterino), ma funziona in modo diverso. Invece di rilasciare l’ormone progestinico come IUS, la spirale rilascia rame. Rame cambia la composizione dei fluidi nei tubi di Falloppio e utero, bloccando lo sperma superstite lì.

Ci sono tipi e formati di IUD per soddisfare donne diverse. IUD devono essere montati da un medico o un infermiere professionale in ospedale, clinica locale. Un IUD può rimanere nel grembo materno da cinque a 10 anni, a seconda del tipo. Se siete sui 40 o anche più, quando si dispone di uno IUD, questo può essere lasciato in fino a raggiungere la menopausa o fino a quando non hanno più bisogno di contraccezione.

Un IUD può essere inserito in qualsiasi momento durante il ciclo mestruale, fino a quando non si è in stato di gravidanza. Sarete protetti contro la gravidanza sin da subito.

Prima di avere un IUD, avrà luogo un esame interno per scoprire la dimensione e la posizione del tuo grembo. Questo per fare in modo che la spirale può essere inserita nella locazione giusta. Può essere anche essere testata per le infezioni, come ad esempio le malattie sessualmente trasmissibili. E’ meglio farlo prima che il contraccettivo IUD sia posizionato in modo da poter avere un trattamento (se ne avete bisogno) prima che l’IUD venga inserito.

Ci vogliono mediamente dai 15 ai 20 minuti per inserire un IUD. La vagina è mantenuto aperto, come è durante un test di screening cervicale e la spirale viene inserito attraverso la cervice poi nell’utero.

Il processo di adattamento può essere scomodo e talvolta doloroso. È possibile che siano presenti saltuariamente dei crampi, può essere richiesto un anestetico locale o antidolorifici prima di inserire l’IUD. Un’iniezione di anestetico in se può essere anche doloroso, così molte donne preferiscono effettuare la procedura senza.

Successivamente all’inserimento dell’IUD, potrebbe presentarsi dolore e sanguinamento per alcuni giorni, nel caso bisogna parlarne col proprio medico di famiglia.

L’IUD deve essere controllato da un medico dopo tre-sei settimane. Parlare con il medico o l’infermiere se avete problemi prima o dopo questo primo controllo, o se si desidera che l’IUD venga rimosso.

Parlate sempre con il medico o l’infermiere se voi o il vostro partner sono a rischio di ottenere uno STI. Questo perché le malattie sessualmente trasmissibili può portare ad un’infezione nella pelvi.

Parlate con il vostro medico di famiglia o tornate alla clinica, ospedale dove il vostro IUD è stato montato al più presto possibile in alcuni casi come:

avvertite dolore nella parte inferiore dell’addome

avvertite una temperatura elevata

Questi potrebbero significare un’infezione in atto. Una spirale può essere rimossa in qualsiasi momento dal medico o infermiere professionale.

 

L’utilizzo di un IUD dopo il parto

Una spirale di solito può essere montata da quattro a sei settimane dopo il parto (naturale o cesareo ). Avrete bisogno di usare un metodo contraccettivo alternativo da tre settimane (21 giorni) dopo la nascita fino a quando l’IUD è montato. In alcuni casi, un IUD può essere montato entro 48 ore dal parto. Un IUD è sicuro da usare quando si ha l’allattamento al seno e non influenzerà la produzione di latte.

 

Vantaggi del IUD

La maggior parte delle donne possono utilizzare uno IUD, comprese le donne che non hanno mai avuto gravidanze. Una volta che un IUD è montato, funziona subito e dura fino a 10 anni o finché non viene rimossa.

Può essere utilizzato se si sta allattando.

I vostri valori normali restituisce fertilità non appena l’IUD è rimosso.

Non è influenzato da altri farmaci.

Non ci sono prove, attualmente, che avere uno IUD montato aumenta il rischio di cancro della cervice ,  carcinoma dell’endometrio  (tumore del rivestimento dell’utero) o cancro ovarico . Per alcune donne c’è stata un’esperienza di cambiamenti di umore e della libido, ma questi cambiamenti sono molto piccoli. Non ci sono prove che la spirale abbia a che fare con la variazione di peso.

 

Svantaggi del IUD

Il periodo di assestamento può essere più lungo o più doloroso, anche se questo può migliorare dopo pochi mesi.

Un IUD non protegge contro le malattie sessualmente trasmissibili, quindi potrebbe essere necessario usare il preservativo in ogni caso. I motivi più comuni che spingono le donne a rimuovere la spirale è legato principalmente al sanguinamento vaginale e al dolore.

Occasionalmente, la spirale viene rifiutata (espulsa) mediante l’utero o può muoversi (questo viene chiamato spostamento), in questo caso è più probabile che accada subito dopo che è stato montato il contraccettivo, anche se questo è raro. Il medico o l’infermiere vi spiegherà come controllare che il vostro IUD è a posto.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *