Michael Jackson la famiglia furiosa per un documentario
Michael Jackson la famiglia furiosa per un documentario

La famiglia di Michael Jackson denuncia un documentario che sta dando visibilità ai suoi autori, definendolo un vero e proprio “linciaggio pubblico”.

I membri della famiglia di Michael Jackson hanno fatto sapere di essere “furiosi” verso gli autori del documentario che avanzano accuse a sfondo sessuale nel racconto legato alla vita privata del cantante.

In una dichiarazione, la famiglia ha detto che il cantante, morto nel 2009 a 50 anni , è stato oggetto di un “linciaggio pubblico“.

La dichiarazione della famiglia ha denunciato Leaving Neverland, un film documentario con gli accusatori di Jackson Wade Robson e James Safechuck, presentato in anteprima la scorsa settimana al Sundance Film Festival e trasmesso in primavera su HBO e Channel 4 nel Regno Unito.

Michael ha sempre rivolto l’altra guancia, e abbiamo sempre rivolto l’altra guancia quando le persone hanno seguito i membri della nostra famiglia, questo è lo stile di vita dei Jackson“, afferma la dichiarazione. “Ma non possiamo semplicemente stare fermi mentre questo linciaggio pubblico continua … Michael non è qui per difendersi, altrimenti queste accuse non sarebbero state fatte“.

La famiglia sottolinea che Jackson è stato sottoposto ad un’indagine approfondita che includeva un raid a sorpresa della sua casa, il Neverland Ranch, ma è stato comunque assolto nel suo processo penale nel 2005, in un caso che coinvolge un altro giovane.

Robson testimoniò a quel processo, dicendo che aveva dormito molte volte nella stanza di Jackson, ma che Jackson non lo aveva mai molestato. Safechuck fece dichiarazioni simili agli investigatori da ragazzo.

Il regista del film, Dan Reed, ha dichiarato di non avere dubbi sulla validità degli autori.

L’Associated Press in genere non identifica le persone che affermano di essere vittima di violenza a meno che non si presentino pubblicamente, cosa che Robson e Safechuck hanno fatto in più occasioni.

La famiglia insiste che la verità e le prove sono dalla loro parte.

Siamo orgogliosi di ciò che Michael Jackson rappresenta“, afferma la dichiarazione.

fonte@TheGuardian

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like

Karina Cascella difende la Caracciolo dall’odio delle haters: “Siete solo invidiose”

Costanza Caracciolo, compagna di Cristian Vieri, da poco mamma, non è mai…

Alopecia androgenetica nuova tecnica di medicina rigenerativa

L’alopecia androgenetica è la più comune forma di caduta di capelli che…

I funghi contengono antiossidanti ottimi contro invecchiamento e malattie

I funghi possono aiutare a combattere l’invecchiamento e le malattie correlate, lo…

Morbillo, ora a New York è obbligatorio vaccinarsi

Quando, lo scorso anno, l’allora ministro della salute ha reso obbligatorio vaccinarsi,…