Clementino ha veramente lanciato cartine ad un concerto?

1 min read
Clementino ha veramente lanciato cartine ad un concerto

Che le sue canzoni possono piacere o meno è un dato di fatto, ma l’accusa che è stata mossa al rapper è veramente pesante.

Il rapper campano Clementino, dopo il concerto del 1° Gennaio tenutosi a Nocera Inferiore, in provincia di Salerno, è  infatti balzato agli onori della cronaca perché accusato di aver inneggiato dal palco all’uso della marijuana.

«Guagliù vi benedico in nome della canna», avrebbe detto il rapper dal palco, ed inoltre avrebbe lanciato persino delle cosiddette “cartine” secondo gli agenti del commissariato di polizia che, ipotizzando un’istigazione all’uso di stupefacenti, hanno trasmesso gli atti ai magistrati.

Il comune di Nocera, che ha organizzato il concerto, per il momento ha sospeso il cachet, ma il rapper non ci sta: per lui sarebbero tutte calunnie.

C’è una mia canzone che inizia così, io non ho inneggiato a nulla. Lo spinello era di polistirolo. I gadget sono portachiavi con le mie canzoni“, ha dichiarato.

Il rapper, attraverso un video, ha mostrato le bustine contenenti vari gadget, anche cover di cellulari con incise le frasi delle sue canzoni. «Non lanciamo certo cartine, marijuana o filtri al pubblico – ha detto il cantante – ma solo portachiavi».

foto@Wikipedia

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright 2018 © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.