Critics’ Choice Awards 2019, dopo i Golden Globe ecco i vincitori degli ambiti Premi della Critica made USA
Critics Choice Awards 2019

Pochi sanno che dopo i famosissimi Golden Globe, in America registi e attori aspettano con la medesima ansia anche il giudizio della critica, un po’ come il Premio della Critica di Sanremo (spesso più ambito della stessa vittoria): stiamo parlando dei Critics’ Choice Awards 2019

Il gran Galà di questo Premio si è svolto ieri a Santa Monica e i vincitori sono stati i seguenti:

Iniziamo dal Miglior Film, che è stato proclamato a gran voce quasi all’unanimità, ed è “Roma” di Cuarón: lo regista stesso ha vinto anche il Premio come Miglior Regista, il premio per la Migliore Fotografia e il premio come Miglior Film Straniero, aggiudicandosi ben 4 statuette;

Christian Bale, per il film Vice si è aggiudicato il premio come Miglior Attore e come Miglior Attore di commedia, il suo film ha ricevuto anche il premio per il Miglior Trucco;

Lady Gaga, premiatissima e osannata, ha vinto il premio come Miglior Attrice per il suo favoloso A Star is Born a parimerito con Glenn Close con il suo The Wife, A star Is Born ha inoltre vince il premio della Miglior Canzone, con Shallows; un altro film che ha avuto più premiazioni è stato First Man, ha infatti vinto i premi di Miglior Montaggio e Miglior colonna sonora; Mahershala Ali ha vinto il premio come Miglior Attore non protagonista per Green Book; Regina King ha vinto il premio come Miglior Attrice non protagonista per Se la strada potesse parlare; per quanto riguarda il Miglior Attore/Attrice giovane ha vinto Elsie Fisher per la sua straordinaria recitazione in Eight Grade; il premio Miglior Cast l’ha vinto il film La favorita di Yorghos Lantimos; per quanto riguarda la Sceneggiatura il premio è andato a Paul Schreider per First Reformed, mentre il premio Miglior Sceneggiatura non originale è andato a Barry Jenkins per Se la strada potesse parlare.

Il Miglior Horror (e Fantascienza) è andato ad A Quiet Place, molti hanno però votato per Hereditary – Le radici del male; il premio Miglior Scenografia è andato a Black Panther così come il premio per i Migliori Effetti Speciali; la statuetta per la categoria Miglior commedia è andata a Crazy Rich Asians; quella per il Miglior Film Action a Mission: Impossible Fallout e quello per Miglior Cartoon a Spider-Man: Un nuovo universo. Per ultimo, ma non per meno meriti, il premio Miglior Attrice di commedia, che è andato alla bravissima Olivia Colman per il film La favorita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like

Tumore al cervello e cellulari, esiste una relazione?

No, non c’è alcuna relazione fra uso dei cellulari e tumore al…

Osteoporosi, le tabelle di marcia e il divario terapeutico

Osteoporosi: la reale tabella di marcia attuale e le terapie da intraprendere…

Salvini, Conte, Di Maio: il governo reggerà alle europee?

Nessuno, in questo momento, sarebbe pronto a scommettere che la coalizione di…

La cometa di Natale Wirtanen è davvero luminosa come la Luna?

La cometa di Natale Wirtanen, è davvero luminosa quanto la luna? La…