Garrison Rochelle, indimenticabile maestro di ballo di Amici

2 min read
Garrison Rochelle indimenticabile maestro di ballo di Amici

La danza è da decenni il suo mestiere e lo ha reso noto in mezzo mondo, ma in Italia gran parte della sua celebrità, soprattutto tra i non addetti ai lavori, la deve ad “Amici” di Maria De Filippi, dove è stato uno dei maestri più amati della trasmissione.

Parliamo naturalmente di Garrison Rochelle che, in una bella intervista a “Vieni da me” ha ripercorso i suoi esordi, i suoi anni di maggior successo fino ad arrivare alla decisione di lasciare la trasmissione Mediaset che pure tanto gli ha dato.

A Caterina Balivo Garrison racconta che la prima esperienza in Italia avviene negli Anni Ottanta, quando viene chiamato da Heather Parisi per curare i balletti di una delle trasmissioni più note di quel periodo, ovvero Fantastico:

Nel 1983 è venuta a vedermi a Broadway e mi ha chiesto di fare Fantastico 4. Non conoscevo il programma, anzi quando l’ho visto mi è venuto da ridere. Mi sembrava antico per me, poi mi sono lanciato e mi è piaciuto. Perché ora i ballerini fanno cose incredibili. Heather Parisi ha talento e carisma, certe volte è difficile, ma mi faceva ridere. Anche se era una grande protagonista, aveva un sogno: lei voleva diventare mamma”.

Poi naturalmente il grandissimo successo nella trasmissione della De Filippi, che ha lasciato dopo ben 17 anni:

Se mi mancano i ragazzi di Amici? Sì certo se mi chiamassero tornerei subito. Ma è stato giusto lasciare la trasmissione, lo abbiamo deciso insieme con Maria. Forse avrei dovuto farlo due anni prima, ma non ero ancora pronto. Questa volta sì e non ho pianto quando ho visto la prima puntata della nuova edizione. Con Maria De Filippi e Maurizio Costanzo ci conosciamo da più di venticinque anni: lei è la mia regina”.

Poi c’è stato spazio per una confessione molto sentita, e cioè il rammarico di non essere diventato padre:  

Mi verrebbe voglia di diventare padre ma a 63 anni sarebbe un’assurdità, almeno per me, provare a crescere un bambino piccolo. Per questo ho deciso di aiutare gli orfani”.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright 2018 © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.