Maggio 8, 2021

Vaccino covid-19, ma l’origine del virus è ancora un mistero

2 min read
Vaccino covid-19 ma origine del virus ancora un mistero

Mentre gli scienziati e le case farmaceutiche stanno facendo la corsa per lo sviluppo di vaccini per domare la diffusione della pandemia di coronavirus, altri ricercatori stanno sondando il passato, cercando di svelare uno dei più grandi misteri del virus: esattamente da dove proviene.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha riunito un team internazionale di 10 scienziati per tracciare le origini del virus.

Dovranno indagare sia sugli animali sospetti che su come i primi pazienti potrebbero essere stati infettati.

Vogliamo conoscere l’origine e faremo di tutto per conoscere“, ha detto lunedì ai giornalisti il ​​capo dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus.

I primi casi sono stati segnalati nella città cinese di Wuhan un anno fa, prima che i paesi di tutto il mondo iniziassero a registrare infezioni crescenti.

L’OMS ha affermato che si ritiene che i primi casi a Wuhan risalgano all’inizio di dicembre.

Vaccino covid-19 ma origine del virus ancora un mistero

Ma “il punto in cui un’epidemia viene rilevata per la prima volta non riflette necessariamente il punto in cui è iniziata“, ha aggiunto in un rapporto di novembre. 

Negli ultimi mesi, i ricercatori di vari paesi hanno suggerito che i casi potrebbero essere passati inosservati molto prima di dicembre 2019, sulla base dell’analisi delle acque reflue o dei campioni di sangue. 

Ma mancano “prove chiare” a sostegno di queste affermazioni, ha detto Etienne Simon-Loriere, del dipartimento di virologia dell’Institut Pasteur di Parigi. 

Per stabilire un albero genealogico dei virus, i ricercatori si affidano all’analisi genetica. 

Questo può aiutare “a comprendere meglio le dinamiche di trasmissione, in particolare come il virus potrebbe essersi evoluto nel tempo e come i cluster potrebbero essere correlati nel tempo e nel luogo“, ha detto l’OMS.

Gli scienziati concordano sul fatto che la malattia abbia un’origine animale.

La grande domanda è cosa l’ha portata a fare il salto negli umani“, ha detto Etienne Simon-Loriere all’AFP.

I sospetti sono caduti sui pipistrelli, che sono “un importante serbatoio per il coronavirus“, aggiunge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.